Quarta puntata di “Road to Kaohsiung”, rubrica dedicata ai sette pentatleti azzurri che parteciperanno ai Campionati del Mondo che inizieranno il 21 agosto a Taiwan. Sotto i riflettori stavolta c’è Fabio Poddighe, 26enne sassarese dellla Sport Full Time Sassari, unico atleta della spedizione azzurra appartenente a una società sportiva non militare.

Per te sarà il secondo Mondiale individuale dopo Mosca 2011: ti senti emozionato?

“Assolutamente, per me che pratico questo sport da pochi anni l’emozione di gareggiare con I big internazionali è sempre forte”.

Hai fatto un buon Europeo che ti ha lasciato…?

“Si, sono felice per il risultato che ho fatto, grazie al quale ho acquisito più convinzione nei miei mezzi quindi a questi Mondiali arriverò con maggiori sicurezze, il che mi rende più tranquillo”.

Dove hai migliorato di più in questa stagione?

“Sicuramente a scherma, che è un pò il mio punto debole. A nuoto, sport dal quale provengo, devo solo tornare a stampare i miei tempi, mentre nel combined sono più costante rispetto allo scorso anno”.

Come hai preparato questo appuntamento?

“Diciamo che nonostante non fossi certo della convocazione, dopo gli Europei non ho mai staccato la spina, allenandomi costantemente. Dunque credo di aver fatto un ottimo lavoro, fisicamente mi sento molto bene, le prove atletiche ce l’ho insomma”.

L’obiettivo per questo Mondiale?

“Qualificarmi per la finale e poi cercare di fare una discreta gara per arrivare sopra metà classifica”.

Finito il Mondiale andrai in vacanza?

“Si mi godrò qualche giorno di vacanza al mare, visto che nonostante abiti in Sardegna quest’anno non l’ho mai visto”.

Vuoi entrare a far parte della nostra community e rimanere aggiornato su tutti i risultati, news e curiosità del mondo FIPM? Iscriviti alla nostra newsletter.
Vuoi entrare a far parte della nostra community e rimanere aggiornato su tutti i risultati, news e curiosità del mondo FIPM? Iscriviti alla nostra newsletter.