Si è conclusa oggi a Rio de Janeiro la finale maschile del pentathlon moderno dei Giochi olimpici. Dopo il ranking round di scherma di ieri, oggi i 36 finalisti hanno affrontato la prova di nuoto al Deodoro Acquatics Centre e a seguire, al Deodoro Stadium, il bonus round di scherma, l’equitazione e il combined. In gara c’erano anche due azzurri, i romani Riccardo De Luca e Pier Paolo Petroni (nella foto di Insidefoto).

Il miglior piazzamento lo ha ottenuto De Luca, che ha chiuso al 5° posto con 1467 punti, migliorando il piazzamento ottenuto ai Giochi olimpici di Londra 2012 (9°). Un piazzamento amaro per l’azzurro che per un solo secondo di ritardo nella prova finale del combined ha visto sfumare il sogno di conquistare una medaglia olimpica. Petroni, invece, all’esordio olimpico ha chiuso al 24° posto con 1397 punti.

Campione olimpico si è laureato il russo Aleksander Lesun con 1479 punti, nuovo record olimpico. Grazie al suo oro, la Russia supera l’Ungheria nel medagliere storico maschile del pentathlon moderno (14 medaglie incluse quelle vinte come URSS e CSI contro le 13 ungheresi). Medaglia d’argento per l’ucraino Pavlo Tymoshchenko con 1472 punti (prima medaglia maschile di sempre per l’Ucraina), bronzo per il messicano Ismael Marcelo Hernandez Uscanga con 1468 punti (prima medaglia in assoluto per il Messico).

Clicca qui per i risultati completi.

 

LA GARA

La gara è iniziata giovedì 18 agosto con il bonus round di scherma, al termine del quale De Luca era 9° con 220 punti (20v-15s), Petroni 30° con 178 punti (13v –22s). La prova è stata vinta dal russo Aleksander Lesun con 268 punti (28v –7s), nuovo record olimpico. Oggi si è iniziato con la prova di nuoto, chiusa da De Luca in 2:09.36 (312 punti) e da Petroni in 2:05.51 (324 punti). La prova è stata vinta dal britannico James Cooke in 1:55.60 (354 punti), nuovo record olimpico. Dopo due prove, De Luca è 21° con 532 punti, Petroni 32° con 502 punti. Al comando della classifica si conferma Lesun con 592 punti.

Il bonus round di scherma vede De Luca conquistare 2 punti, confermandosi in 21^ posizione con 534 punti, Petroni invece conquista 1 punto e si conferma 32° con 503 punti totali. La classifica generale non cambia, con il russo Lesun sempre saldamente al comando.

L’equitazione mette in luce la grande esperienza di De Luca che chiude con il percorso netto (300 punti) risalendo dal 21° al 10° posto con 834 punti totali. Ottima anche la prova di Petroni, che chiude con 293 punti risalendo al 25° posto con 796 punti totali. La prova è stata vinta dal giapponese Shohei Iwamoto con 300 punti e in testa alla classifica rimane Lesun con 871 punti.

Nel combined, infine, De Luca chiude in 11:07.23 (633 punti) rimontando 5 posizioni, Petroni in 11:29.60 (601 punti) rimonta una posizione. La prova è stata vinta dal coreano Jun Woontage in 11:02.50 (638 punti), nuovo record olimpico.

 

Vuoi entrare a far parte della nostra community e rimanere aggiornato su tutti i risultati, news e curiosità del mondo FIPM? Iscriviti alla nostra newsletter.
Vuoi entrare a far parte della nostra community e rimanere aggiornato su tutti i risultati, news e curiosità del mondo FIPM? Iscriviti alla nostra newsletter.