Al termine della finale femminile della 1^ prova di Coppa del Mondo, svoltasi sabato scorso a Los Angeles, la Uipm ha sperimentato per la prima volta con alcuni pentatleti l’Obstacle Laser-Run, ossia la combinata corsa-tiro rivisitata con la presenza di ostacoli. Il tipo di prova rientra nel progetto lanciato all’ultimo Congresso della Uipm che sta lavorando per far inserire dai Comitati Organizzatori dei Giochi olimpici la staffetta mista come prova del programma. Per farlo, hanno pensato di inserire gli ostacoli, otto in tutto di varia forma e difficoltà, all’interno del percorso disegnato per la corsa, per rendere ancora più spettacolare la gara.