A poco meno di due settimane dal via della 3^ tappa di Coppa del Mondo, che si svolgerà a Roma dall’8 al 13 aprile, il Direttore Tecnico della Fipm Gianfranco Cardelli ha rilasciato alcune dichiarazioni sulle scelte dei convocati e sul valore dell’evento per I nostri azzurri.

Professor Cardelli, ha convocato il numero di atleti massimo consentito, 24 (25 con chi farà solo la staffetta mista): perché così tanti?

”Dare la possibilità a più pentatleti di mettersi in mostra e soprattutto di potersi confrontare con i migliori al mondo sarà per molti di loro una grande esperienza sia per il presente che per il futuro”.

 

Un appuntamento importante quello di Roma, in quanto quest’anno la Coppa del Mondo dà punti preziosi per conquistare la finale, dove il primo conquisterà la carta olimpica.

“Roma è una delle quattro tappe di Coppa del Mondo  ed è importante come le altre. I nostri atleti sanno che devono gareggiare al massimo in ogni appuntamento internazionale e si preparano per farlo ogni volta. Essendo una gara in casa spero non ci siano condizionamenti”.

 

Secondo lei che chance hanno gli azzurri di salire sul podio a Roma?

“I nostri atleti hanno molte chance di salire sul podio, peraltro  già sfiorato al Cairo la scorsa settimana nella seconda prova di Coppa del Mondo con Fabio Poddighe che ha chiuso al quarto posto e Riccardo De Luca che è arrivato sesto”.

 

 Pensa che qualche giovanissimo si potrà mettere in luce?

“Be, me lo auguro: sarebbe una bellissima cosa per tutto il movimento”.

Vuoi entrare a far parte della nostra community e rimanere aggiornato su tutti i risultati, news e curiosità del mondo FIPM? Iscriviti alla nostra newsletter.
Vuoi entrare a far parte della nostra community e rimanere aggiornato su tutti i risultati, news e curiosità del mondo FIPM? Iscriviti alla nostra newsletter.