Si è svolta oggi a Kecskemet, Ungheria, la finale maschile della quarta prova di Coppa del Mondo 2016. In gara c’erano 36 pentatleti e il britannico James Cooke ha centrato il successo con 1491 punti. Secondo posto per l’ungherese Adam Marosi con 1486 punti, terzo per l’altro ungherese Bence Demeter con 1481 punti. Il migliore degli azzurri è stato Petroni che ha chiuso al 4° posto con 1477 punti; Poddighe ha chiuso al 18° posto con 1420 punti. Risultati completi sul sito della UIPM (pentathlon.org). 

Ddal 5 all’8 maggio a Sarasota, Stati Uniti d’America, si svolgerà la finale.

 

CRONACA DELLA GARA

Gli azzurri

La gara del romano Petroni è iniziata con il 23° posto conquistato nella prova di nuoto, chiusa in 2:07.16 (319 punti), poi dopo un ottimo ranking round di scherma (232 punti), è risalito al 7° posto. Due punti conquistati dall’azzurro nel bonus round di scherma e dopo l’equitazione, chiusa con 288 punti, l’azzurro è risalito di altre due posizioni. Nel combined, infine, ha guadagnato una posizione chiudendo in 11:04.55 (636 punti).

La gara del sassarese Poddighe è iniziata con un l’11° posto conquistato nel nuoto, chiuso in 2:03.88 (332 punti), poi dopo il ranking round di scherma (172 punti) è sceso al 28° posto. Tre punti conquistati dall’azzurro nel bonus round di scherma, ma la posizione di classifica rimane la stessa, e dopo l’equitazione, chiusa con 287 punti, l’azzurro risale di quattro posizioni. Nel combined, infine, ha recuperato sei posizioni chiudendo in 11:14.33 (626 punti).

 

 

Il podio

La gara, come era da copione, è iniziata con il dominio del britannico James Cook nella prova di nuoto, che ha vinto in 1:58.32. In scia il francese Gauthier Romani, capace di stampare un’ottima prestazione a sua volta (1:59.41), e il cinese Zhongrong Cao che ha chiuso in 2:00.50. Il ranking round di scherma ha visto salire al comando l’ungherese Adam Marosi, che con 238 punti ha ottenuto il secondo miglior score della prova, mentre Cooke è scivolato in seconda posizione e Romani in terza. Il bonus round di scherma non cambia la situazione al vertice, anche se vede il coreano Jinhwa Jung agganciare Romani al terzo posto. Dopo l’equitazione torna al comando il francese Romani, che con 297 punti sfiora il netto. Marosi è secondo, Cook terzo e al quarto posto sale l’ungherese Bence Demeter che precede l’azzurro Petroni di un solo punto. Il combined vede il terzetto di testa guidare la prova fino al terzo giro. Al quarto Cooke stacca tutti dopo la partenza dalla linea di tiro mantenendo il vantaggio fino alla fine, lo seguono Marosi e Demeter, mente Petroni riesce a superare Romani all’ultimo giro chiudendo a ridosso del podio.