La Fipm ha siglato, lo scorso 19 dicembre presso la Direzione Regionale Lazio dell’Agenzia del Demanio, il contratto di locazione con l’Agenzia stessa per la ristrutturazione e riqualificazione del Centro di Preparazione Olimpica di Montelibretti (RM). La firma del contratto, della durata di 19 anni a partire dal 1° gennaio 2023, rinnovabile, rappresenta un nuovo importante traguardo del nuovo corso della Federazione Italiana Pentathlon Moderno che, grazie all’impegno del proprio staff e alla costante e costruttiva collaborazione con i funzionari dell’Agenzia del Demanio, è riuscita a sbloccare una situazione che andava avanti da moltissimi anni, con la vecchia convenzione del 1968 scaduta da decenni.

Al centro della convenzione ci sono gli interventi di ristrutturazione che la Fipm avvierà e porterà avanti assieme al Comune di Montelibretti. Quest’ultimo, infatti, ha ottenuto i fondi stanziati con il PNRR “Sport e Inclusione Sociale” per la riqualificazione dell’impianto sportivo.

Grazie alla fattiva e costante collaborazione tra Federazione Italiana Pentathlon Moderno e dell’Agenzia del Demanio, andata avanti per circa tre anni, è stato realizzato uno studio di fattibilità, sono state analizzate tutte le componenti in gioco e saldati tutti i pagamenti arretrati da parte della Fipm. Si è arrivati, così, all’accordo del mese scorso che segna un nuovo inizio per il Cpo di Montelibretti, realizzato nel 1968 dal CONI in accordo con il Demanio Militare e da sempre utilizzato dalla Fipm per la preparazione e l’allenamento dei propri atleti e per lo svolgimento delle gare di Pentathlon Moderno.